Musica e teatro in corte” è un progetto che fonde temi classici con sperimentazione, divertimento e pensiero.
Grazie al suo successo la manifestazione è al secondo anno.
Vogliamo offrire al pubblico la possibilità di riabbracciare la comprensione del teatro popolare e di tutte quelle forme artistiche che possono sembrare “lontane”. Teatro come spazio- rito, dunque, che riporta alla luce memorie e tradizioni ad esso collegate: questo progetto vuole infatti riavvicinare l’attenzione a produzioni di spettacoli popolari come melodramma, teatro e musica, non trascurando il confronto con forme e stili nuovi.
Ecco il perché di questo programma così vario ed esuberante.
Anche il luogo è atipico rispetto alla cultura istituzionale: un cortile di casa di cooperativa dove tutti, liberamente, possono entrare e partecipare.
Un’ isola di stupore e felicità, una rassegna che fa dell’ eterogeneità la sua punta di forza.

vai al programma
 

La Biblioteca in Giardino

Forse Gesualdo Bufalino potrebbe aver ragione quando afferma che la vera fatica nel rapporto con quell'oggetto "misterioso", che per molti di noi rimane il libro, risiede non tanto nell'imparare a scriverne uno, quanto nel prendere la decisione di leggerlo. La Biblioteca in Giardino vuole invece dimostrare al suo vasto pubblico che Bufalino potrebbe anche avere torto e che leggere un libro puņ rivelarsi una meravigliosa avventura.

 

Compagnia Milanese

Si continua a valutare la possibilità di una scomparsa del dialetto e con esso tutte le memorie e le tradizioni ad esso collegate: questo progetto vuole riportare l'attenzione del pubblico a produzioni di spettacoli legati pèr tematiche alla nostra città.
Il progetto prevede la valorizzazione di topos legati alle immagini letterarie e culturali milanesi.
Ogni spettacolo differente evidenzierà l'itinerario storico culturale milanese nella sua tradizione più fedele alla letteratura e al costume della città. Un gruppo di artisti lombardi e non riuniti in un progetto comune che restituisce in produzioni teatral-musicali Milano a Milano.